sabato 14 maggio 2011

Petit Cahier di Viaggio : le vite di Matera e i sogni di Parigi




Ieri, questa piattaforma ha avuto dei problemi e non ho potuto annunciare, come volevo, che ci saremmo trovati allo stand di Historica per chiacchierare su queste due nuove uscite. Qualcuno lo sapeva già. Gli autori abitano lontano e per svariate ragioni non hanno potuto essere presenti, ma era bella l'atmosfera allo stand di Historica. I libri, e il nuovo catalogo 2011, erano ordinatamente esibiti e attiravano parecchi sguardi, avvicinamenti, attimi in cui uno veniva preso e sfogliato, è sempre un bel momento vederlo fare, è sempre un bel momento quando accade con i cahier. Mosaico di storie, città e luoghi-pretesto perché la soggettività di chi scrive narri qualcosa di visionario, oppure estremamente realistico. Speciale, in ogni modo. Metro Milano di Paolo Melissi diventato anche ebook multimediale con collegamenti ipertestuali. Due chiacchiere con Andrea Malabaila, scrittore ed editore, autore di Chi ha ucciso Bambi, uscito adesso per Historica, e l'idea che prende forma, un cahier su Torino, la sua città, da iniziare a pensare adesso per il prossimo anno, in concomitanza col Salone, e il sì di Andrea senza indugi, col dubbio di come impostarlo, trattandosi della sua città, un sì scivolato leggero, con un sorriso che mi ha fatto capire l'apprezzamento per la collana, molto gradito.
Infatti la collana è molto bella.Un omaggio ai luoghi, un omaggio alla scrittura. Un mosaico. e sono belli e attraenti "Matera. Vite scavate nella roccia" di Nunzio Festa, un libro poetico e ruvido, politico e avventuroso. Un libro sugli "occhi degli luoghi e gli spazi degli uomini" carico di umanità. E "Parigi, sogni e strade di una città"di Carmine Vitale.Piccolo intensissimo cahier carico di debiti, crediti e omaggi, in particolare a quella Parigi"magica, magmatica, immaginaria " come solo può essere la giovinezza che non torna più". Struggente il piccolo cahier di Carmine, una storia che si apre con una immagine-opera d'arte di Francesco Forlani, e poi si fa storia vasta, di intrecci e rimandi, un palleggio di letteratura e ricordi, mai scontati,mai banali. Anzi.
Erano, ieri, e saranno oggi e domani, il week end cruciale del Salone di Torino, in bellissima esibizione, per questa collana che si allarga, che si ampia, che vive.
Che sta diventando una particolare realtà editoriale, credo senza eguali anche se molti vorrebbero pubblicare cose somiglianti.

2 commenti:

  1. ciao francesca volevo solo dirti che sono felice commosso onorato di "esserci"
    grazie
    c.

    RispondiElimina
  2. Grazie per la proposta, sto pensando al taglio da dare al cahier.
    Mi mandi la richiesta d'amicizia su Facebook?
    A presto,
    A.

    RispondiElimina