domenica 11 luglio 2010

A terrible beauty.



Un capitolo di Unessential Dublin, di Sabrina Campolongo è completamente dedicato a una percezione visiva, fisica e carnale dello studio del grande pittore. Con parole voraci ma devote che rendono ogni dettaglio, ogni angolo impolverato, ogni febbrile momento condiviso dal pittore insieme ai suoi demoni, alle sue paure, al talento dannato, al suo abisso, Sabrina Campolongo è come se usasse il linguaggio al posto della videocamera.

1 commento: